for-phone-onlyfor-tablet-portrait-upfor-tablet-landscape-upfor-desktop-upfor-wide-desktop-up

Covid, per Ema intervallo tra due dosi vaccino Pfizer deve essere rispettato

Una fiala del vaccino Pfizer/BioNTech contro il Covid-19 al Royal Victoria Hospital, a Belfast, Irlanda del Nord, l'8 dicembre 2020. Liam McBurney / Pool tramite REUTERS

BRUXELLES (Reuters) - L’Agenzia europea del farmaco ha affermato che il lasso di tempo massimo di 42 giorni da far trascorrere tra la prima e la seconda dose del vaccino Pfizer-BioNtech deve essere rispettato per ottenere la massima protezione.

Le prove dell’efficacia del vaccino si basano su studi in cui la somministrazione delle dosi è stata effettuata da 19 a 42 giorni di distanza l’una dall’altra, secondo l’agenzia, che osserva inoltre come la protezione completa si ottenga solo sette giorni dopo il richiamo.

L’Ema ha aggiunto: “Qualsiasi modifica a tale disposizione richiederebbe una variazione dell’autorizzazione di immissione sul mercato, oltre che ulteriori dati clinici a sostegno della modifica, altrimenti sarebbe da considerarsi un uso ‘off-label’ “. L’uso ‘off-label’ comporta minori responsabilità per i produttori dei vaccini.

Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Milano Cristina Carlevaro, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616

for-phone-onlyfor-tablet-portrait-upfor-tablet-landscape-upfor-desktop-upfor-wide-desktop-up